Cronaca

Ospite conteso a pranzo e parte la rissa: 6 denunce a Sant’Antimo

Rissa in famiglia a Pasqua, sei denunciati a Sant'Antimo dopo l'intervento di una ventina di carabinieri sul posto

Rissa di Pasqua Sant’Antimo. È accaduto lo scorso 4 aprile quando è scoppiata una rissa in famiglia che ha costretto i carabinieri della compagnia di Giugliano in Campania ad intervenire, insieme ai rinforzi provenienti dalla tenenza di Sant’Antimo e delle caserme di Grumo Nevano e Frattamaggiore.

Sant’Antimo, rissa in famiglia a Pasqua

Come riportato dall’edizione odierna de Il Mattino, è stato necessario l’intervento di una ventina di militari, i quali hanno diviso i sei contendenti, tra cui due donne indemoniate. L’episodio si è verificato in un appartamento all’interno di un piccolo condominio in Via Medi a Sant’Antimo, proseguito per le scale, con relativi spintoni e ruzzoloni.

L’intervento dei carabinieri

I carabinieri, coordinati sul posto dal tenente Federico Arrigo, sono riusciti a sedare gli animi. I militari hanno denunciato i 6 contendenti, tutti imparentati tra loro, con l’accusa di rissa aggravata. Inoltre due carabinieri e uno dei partecipanti alla rissa si sono dovuti far medicare al pronto soccorso.

I motivi della rissa

Stando alla ricostruzione degli inquirenti, la rissa sarebbe nata a causa di un loro congiunto, che era stato invitato da entrambe per il pranzo di Pasqua. L’invitato in questione aveva dapprima declinato gli inviti, ma poi ne aveva accettato uno.


Rissa in famiglia al pranzo di Pasqua nel Napoletano: scatta la corsa al lotto | I numeri da giocare


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button