Cronaca

Rissa e coltelli nei pressi del McDonald’s: pene ridotte ai giovani del branco

Riduzione di pena per i due giovani imputati di tentato omicidio dopo una rissa scoppiata al Vomero, davanti il Mc Donald's

Riduzione di pena per i due giovani imputati di tentato omicidio dopo una rissa scoppiata al Vomero. La sera del 9 dicembre del 2017 seminarono il terrore nel cuore della zona collinare, aggredendo e ferendo a colpi di coltello alcuni coetanei, a loro avviso colpevoli solo del fatto che da altri quartieri cittadini avevano osato invadere la loro zona.

Rissa e coltelli nei pressi del McDonald’s a Napoli: pene ridotte per i giovani

All’ingresso del Mc Donald’s di via Merliani si scatenò il panico, e per un pelo un 15enne non ci rimise la vita: uno dei fendenti inferti con inaudita violenza gli sfiorò il polmone. Per quei fatti vennero indagati e poi arrestati sei giovani: quattro minorenni e due maggiorenni.

E per due dei più giovani si celebrò, con la formula del rito abbreviato, il processo di primo grado che si concluse con condanne molto pesanti: otto anni e sei mesi per all’epoca sedicenne V.B. e sei per il coetaneo, A.C. All’esito del processo di appello, conclusosi qualche giorno fa, i giudici hanno sensibilmente ridotto quelle pene: due anni e otto mesi per il primo (che rispondeva di tentato omicidio, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale), e un anno e 10 mesi per il secondo.

Articoli correlati

Back to top button