Cronaca

Femminicidio di Rosa Alfieri, a breve istanza perizia psichiatrica su Elpidio D’Ambra

Emergono nuovi dettagli sul femminicidio di Rosa Alfieri. Sarà presentata a breve, dall'avvocato di Elpidio D'Ambra una richiesta di perizia psichiatrica

Emergono nuovi dettagli sul femminicidio di Rosa Alfieri. Sarà presentata a breve, dall’avvocato Dario Maisto, la richiesta di una perizia psichiatrica sul suo assistito, Elpidio D’Ambra, il 30enne reo confesso dell’omicidio della 23enne Rosa Alfieri, strangolata nell’abitazione dell’uomo, a Grumo Nevano, in provincia di Napoli, nel pomeriggio dello scorso primo febbraio. Il legale ha anche nominato un consulente che lo affiancherà nel prosieguo delle attività difensive.

Rosa Alfieri, perizia psichiatrica su Elpidio D’Ambra

Secondo il legale, D’Ambra era incapace di intendere e di volere quando ha assassinato Rosa, al termine di una colluttazione. D’Ambra ha sempre dichiarato di aver agito dopo aver sentito delle voci nel cervello che gli dicevano di uccidere la ragazza. Una versione che sembra contrapporsi con la sua fuga, durata 24 ore, durante la quale l’uomo ha provato a rendersi invisibile disfacendosi del cellulare e dei vestiti.

Le indagini

Le indagini dei carabinieri di Giugliano in Campania, coordinate dalla Procura di Napoli Nord, hanno anche chiarito il ruolo del giovane che si è recato a casa di D’Ambra su sua indicazione. Le attività dei militari dell’Arma escludono al momento un suo coinvolgimento nell’omicidio. Il giovane si recò a casa di D’Ambra con le chiavi dell’appartamento.

Quando aprì l’uscio era presente anche il padre della giovane vittima che così scoprì il corpo esanime della figlia in bagno. Dopo il ritrovamento il giovane fuggì in preda al panico ma fu rintracciato e ascoltato dagli investigatori.

Articoli correlati

Back to top button