Cronaca

Ruba auto poi chiama la vittima per “cavallo di ritorno”: carabiniere riconosce la voce e lo arresta

Il 42enne ha rubato l’auto di una donna, poi le ha telefonato per estorcerle mentre questa era in caserma per la denuncia: uno dei carabinieri ha però riconosciuto la voce del ladro

Tradito dalla sua stessa voce. Un uomo, già noto alle forze dell’ordine, ha rubato l’auto di una donna ad Afragola, provincia di Napoli. La donna si è recata in caserma per denunciare l’accaduto e proprio mentre era lì il malvivente ha telefonato alla vittima per il cosiddetto “cavallo di ritorno“. La telefonata è stata messa in vivavoce così che il carabiniere presente ha potuto ascoltare la conversazione.

Afragola: ladro d’auto tradito dalla sua voce, arrestato

Mentre ascoltava la richiesta di denaro, il militare dell’Arma ha riconosciuto la voce del ladro, un uomo di 42 anni del Rione Salicelle, complesso di edilizia popolare di Afragola, già noto alle forze dell’ordine. I carabinieri hanno così raggiunto in pochi minuti l’abitazione dell’uomo e lo hanno arrestato: in casa, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato anche il cellulare e la sim con i quali il 42enne ha contattato la donna per la sua richiesta estorsiva. Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato portato nel carcere napoletano di Poggioreale, dove è in attesa di giudizio.

Articoli correlati

Back to top button