Cronaca

Rubavano cassette sicurezza e registratori di cassa: scoperti in 6

Rubavano cassette di sicurezza e registratori di cassa, i Carabinieri di Giugliano hanno arrestato 5 persone e hanno denunciato un minore di 17 anni.

Rubavano cassette sicurezza e registratori di cassa

Da tempo, i Carabinieri della compagnia di Giugliano in Campania hanno condotto operazioni mirate per contrastare furti e rapine. Questa notte, sono state arrestate 5 persone e denunciato anche un 17enne.

I soggetti coinvolti sono 6 nomadi che risiedono nel campo di via Carrafiello. I Carabinieri della sezione operativa e radiomobile di Giugliano erano sulle tracce di un Fiat Doblò di colore scuro e hanno avvistato il veicolo verso le 23:30 in via Buonarroti a Brusciano. I sospetti erano appena riusciti a rubare le cassette di sicurezza dei registratori di cassa di un supermercato, dopo aver forzato il cancello d’ingresso e la saracinesca del negozio, e si stavano allontanando.

Il pedinamento

I militari hanno continuato a osservarli e seguirli per individuare eventuali nascondigli e valutare il rischio che potessero essere armati, considerando che si trovavano in un’area abitata. La sorveglianza è proseguita fino alla zona industriale di Orta di Atella. Qui, in una strada di campagna e sotto la pioggia, i sospetti sono scesi dal furgone e hanno gettato le cassette appena rubate. In quel momento, i Carabinieri hanno dato il via all’operazione, avendo precedentemente bloccato l’unica via di accesso.

Le auto dei Carabinieri hanno circondato i ladri. I sospetti, a bordo del Doblò, hanno tentato invano di sfondare l’auto dei Carabinieri che bloccava la strada. Di fronte a tale fallimento, i 6 sospetti hanno abbandonato il veicolo e cercato di fuggire arrampicandosi sulla recinzione posta lungo la strada. È seguita una colluttazione lunga e difficile, con uno dei Carabinieri che ha riportato un infortunio, ma alla fine tutti sono stati arrestati.

Ferito un Carabiniere

Il furgone, risultato rubato ma con una targa appartenente a un altro veicolo, è stato sequestrato, così come gli attrezzi per lo scasso rinvenuti al suo interno. Le cassette di sicurezza e il denaro sono stati restituiti al proprietario.

Attualmente, i Carabinieri stanno conducendo indagini per verificare se gli arrestati siano responsabili di altri fatti simili accaduti di recente. Fortunatamente, il Carabiniere ferito sta bene, ma gli è stata diagnosticata una prognosi di 25 giorni a causa di una lesione a un dito.

Mostra di più

Ileana Picariello

Ileana Picariello, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio