Politica

Sanità, Borrelli su appalti a ditte delle pulizie: “Scongiurare controllo della camorra”

NAPOLI. “Il fatto che, come spiegato dall’assessore Serena Angioli, nel giro di qualche mese si arriverà all’assegnazione dei servizi di pulizia e vigilanza sulla base di gare indette da SoReSa e Consip è una buona notizia, ma, una volta assegnati, sarà necessario mettere tutte le azioni possibili in campo per evitare che i clan della camorra si infiltrino in qualche modo, controllando direttamente le aziende vincitrici o imponendo il pizzo a chi si aggiudicherà gli appalti”. Lo ha detto il presidente del gruppo consiliare Campania libera, Psi e Davvero Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione sanità, che, sugli appalti per la pulizia e la sorveglianza nelle strutture sanitarie campane, ha presentato un’interrogazione consiliare in occasione del Question time, nel corso del quale l’assessore Angioli ha precisato che “per il servizio di guardiania si dovrebbe arrivare all’attivazione delle nuove convenzioni entro luglio 2018, a meno di ricorsi sull’aggiudicazione”.

“Bene gli appalti, occhio alla camorra”

“La cronaca degli ultimi anni ci ha raccontato che su pulizia e sorveglianza si sono posati spesso gli occhi dei clan della camorra e quindi l’attenzione deve essere massima” ha aggiunto Borrelli per il quale “i direttori di Asl e aziende ospedaliere chiedano anche la collaborazione di Prefettura, forze dell’ordine e associazioni di categoria per tenere lontani i clan”.

Articoli correlati

Back to top button