Politica

Sanità, più posti letto e farmacie in Campania

NAPOLI. Un nuovo piano ospedaliero, 4000 nuove assunzioni dopo 10 anni, un piano di edilizia sanitaria per 170 milioni dopo 18 anni di non utilizzo delle risorse, abolizione del ticket regionale, un accordo biennale con le cliniche private, misure per favorire aperture di studi medici e odontoiatrici.

Sono alcuni dei punti di forza del piano portato avanti dal Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca per una vera e propria rivoluzione nella sanità campana.

Il commento

“Abbiamo presentato un piano di decisioni che rappresentano una svolta radicale per la sanità della nostra regione – ha dichiarato Vincenzo De Luca – adesso possiamo concentrarci sui livelli di assistenza Lea; abbiamo raggiunto già risultati eccellenti per i parti cesari, per le operazioni al femore, per le vaccinazioni, per i centri diabetologici.

Puntiamo a raggiungere quest’anno la media nazionale per i livelli essenziali di assistenza. Entro l’estate vogliamo liberarci del macigno dei debiti della sanità campana come già abbiamo fatto per l’Eav. E proprio l’aver messo ordine nei conti ha consentito ad esempio il recupero di 600 MLN euro grazie alla considetta premialità. Questo ci consente oggi di proporre l’assunzione di oltre 4000 dipendenti mantenendoci entro una griglia di sicurezza”.

Il piano nel dettaglio

Per visualizzare il piano nel dettaglio cliccare sul sito ufficiale della Regione Campania.

Articoli correlati

Back to top button