Cronaca

Sant’Antonio Abate, mamma denuncia: “Mio figlio autistico allontanato dalla chiesa dal prete”

Figlio autistico allontanato dalla chiesa a Sant'Antonio Abate. A raccontarlo, sul social, la madre del bambino

Una madre di Sant’Antonio Abate denuncia l’allontanamento del figlio autistico allontanato dalla chiesa. Uno sfogo affidato a Facebook “affinché nessun bambino più venga messo alla porta da un luogo sacro”, raccontando nei particolari la vicenda che ha visto protagonista il suo bambino, G.. autistico, invitato dal parroco ad allontanarsi perché con il suo parlottare stava “disturbando le persone presenti in chiesa”.

Sant’Antonio Abate, figlio autistico allontanato dalla chiesa: la denuncia della mamma

A raccontarlo, sul social, Maria Rosaria Donnarumma, che nei giorni scorsi si era recata alla messa insieme alla mamma e ai suoi due bambini. La funzione però tardava a iniziare e così il bambino “tendeva a scacciare la sua noia parlottando da solo ad alta voce (comportamento molto comune ai bambini autistici).

Terminato il Rosario si avvicina a noi il parroco, e ci avvisa che a breve avrebbe dato inizio alla celebrazione della messa ed aggiunge che i bambini stavano disturbando le persone presenti in chiesa e ci invita elegantemente ad abbandonare il luogo sacro. Mia mamma sconvolta, amareggiata e addolorata si congratula con il parroco ed abbandoniamo il luogo sacro”

Il racconto

“Egli si giustifica dicendo di non averci riconosciute e mettendoci alla scelta se restare o meno, ma qualora saremmo restate lì, di trovare una soluzione per non disturbare. Ora io mi chiedo. ho pregato e lavorato giorno e notte affinché mio figlio parlasse ed ora cosa faccio? Lo imbavaglio per non disturbare? I parroci dovrebbero dare l’esempio e accogliere i bambini, soprattutto quelli speciali, magari rendendoli partecipi e non isolandoli solo perché il comportamento non è idoneo al luogo”.

Articoli correlati

Back to top button