Cultura ed Eventi

Sant’Anastasia, tre giornate per la legalità

SANT’ANASTASIA. Un apposito Decalogo sarà posto pubblicamente alla firma del sindaco Lello Abete, nella sala consiliare di palazzo Siano, sabato prossimo alle 10, nell’ambito di tre giornate dedicate alla legalità, con la partecipazione del consiglio comunale ed i parlamentari della Commissione Antimafia, nonché dei rappresentanti delle associazioni partecipanti.

Gli eventi sono stati patrocinati dall’Ente con apposita deliberazione di giunta, che ha accolto l’istanza dell’associazione “Suoni & Migranti” Sant’Anastasia, collaborata da altre associazioni nazionali e locali, tra cui Libera e Legambiente, di voler realizzare una tappa delle “Giornate itineranti della legalità” in paese nei giorni 17, 18 e 19 novembre 2017.

Il programma prevede:
Venerdì 17 novembre 2017 – ore 9:30 presso l’Istituto Pacioli, viale Europa – presentazione dei libri: “Fatti di camorra”, ricostruzione giornalistica di Giancarlo Siani, vittima di camorra, con la partecipazione dei rappresentanti della stampa; nel pomeriggio alle 16,30 sarà presentato il libro “Ventre di Scampia” con la presenza dell’autore, Emanuele Cerullo.

Sabato 18 Novembre 2017 – ore 10:00 in sala consiliare, con la partecipazione del consiglio comunale e dei parlamentari della Commissione Antimafia, nonché dei rappresentanti delle associazioni partecipanti, vi sarà la cerimonia di sottoscrizione pubblica del decalogo della legalità da parte del sindaco Lello Abete.

Domenica 19 Novembre 2017 – ore 10:00 – dedicata ai più piccoli col titolo “La legalità per le giovani generazioni”, si terrà una giornata di giochi e gonfiabili per bambini in via Roma.

Le giornate, è spiegato in deliberazione di G.C., sono “un’iniziativa di forte impatto culturale, il cui scopo è di coinvolgere cittadini ed istituzioni, civili e religiose, in un progetto di educazione alla legalità contro ogni forma di illegalità” e per questo l’amministrazione ha ben accolto la proposta, ed in particolar modo perché è stata ritenuta atta a generare nei giovani i valori civili e morali richiesti dalla nostra cultura democratica e moderna.

“Il Decalogo della Legalità – scrive sulla sua pagina social Francesco De Rosa – deve fare il giro dell’Italia meridionale. Arrivare ovunque in Campania, Sicilia, Calabria. Essere un moto della collettività, della parte sana che deve convertire e guarire la parte malata della società. Dobbiamo farlo per i nostri figli, per i nostri sogni, per noi”.

Articoli correlati

Back to top button