Politica

Sbaglia le riprese della prima comunione: condannato fotografo

CASTELLAMMARE. Poiché ha sbagliato le riprese della prima comunione di una bimba di 10 anni, un fotografo è stato condannato a risarcire la famiglia. A riportare la notizia è il quotidiano Napoli Today.

La vicenda

A Castellammare di Stabia, un fotografo è stato condannato dal giudice di pace di Torre Annunziata per aver leso il diritto alla serenità di una bambina e della sua famiglia. L’operatore, infatti, ha compiuto l’errore di non riprendere il momento esatto in cui la bambina assumeva il sacramento.

L’esito

Il magistrato lo ha condannato a pagare le spese processuali e a risarcire i suoi clienti con la cifra di tremila euro. In un primo momento, i genitori della bambina avevano chiesto il rimborso della cifra pattuita inizialmente ma, al netto rifiuto del professionista, hanno deciso di citarlo in giudizio.

Articoli correlati

Back to top button