Cronaca

Riapre l’area archeologica di Pompei: ecco come e quando si potrà accedere

Accesso consentito solo dal lunedì al venerdì. Previste fasce orarie per le visite

Dopo quasi 4 mesi di chiusura riaprono al pubblico il sito archeologico di Pompei e il Museo Archeologico di Stabia Libero D’Orsi presso la Reggia di Quisisana.

Dopo quattro mesi riapre il sito archeologico di Pompei

In ottemperanza alle indicazioni ministeriali e fino al ulteriore comunicazione i siti saranno accessibili al pubblico solo durante la settimana, dal lunedì al venerdì, nei consueti orari (Pompei 9,00 – 17,00 con ultimo ingresso 15,30; Museo Libero D’Orsi 9,00 -17,00 con ultimo ingresso ore 16,00). Ancora chiusura, quindi, il sabato e la domenica.

Nella prima fase di riapertura, accesso e uscita per l’area archeologica di Pompei saranno possibili dal varco di Piazza Anfiteatro. La visita si svilupperà lungo un percorso segnalato all’interno del sito e sull’app di supporto My Pompeii allo scopo di assicurare sicurezza e pieno rispetto delle disposizioni sanitarie anti Covid.

Cosa si potrà fare nell’area archeologica

Nell’area archeologica sarà possibile passeggiare all’interno dell’Anfiteatro, accedere alla Palestra grande e alla mostra “Venustas. Grazia e Bellezza a Pompei”.

Si potranno visitare i Praedia di Giulia Felice e spostarsi su via dell’Abbondanza con accesso alle principali domus, ma anche attraversare la necropoli di Porta Nocera, l’Orto dei fuggiaschi, arrivare al quartiere dei teatri e al Foro triangolare.

Da via dell’abbondanza, inoltre, si potrà raggiungere il Foro con tutti i suoi edifici pubblici e religiosi, visitare lo spazio esterno delle Terme Stabiane o risalire via Stabiana fino a via del Vesuvio dove ammirare la casa di Leda e il cigno. L’elenco completo degli edifici visitabili è consultabile sul sito www.pompeiisites.org .

Il biglietto

Il biglietto di ingresso ai due siti è acquistabile esclusivamente on-line sul sito www.ticketone.it, unico rivenditore ufficiale autorizzato. Al momento dell’acquisto on-line il visitatore potrà scegliere la fascia oraria di ingresso, prevista ogni 15 minuti per un massimo di 500 persone ogni 15 minuti, fino alle ore 13,00. Dopo le ore 13,00 l’ingresso consentito è per un massimo 300 persone per turno.

Il biglietto dovrà essere mostrato all’ingresso, direttamente su smartphone/tablet (QRcode) o già stampato a casa su carta e poi conservato per registrarlo sul tornello in uscita. E’ tollerato un ritardo di 10 minuti massimo rispetto all’orario della fascia oraria indicata, tanto per i visitatori quanto per le guide. La prenotazione sarà possibile anche nella stessa giornata fino a esaurimento disponibilità.

I visitatori saranno sottoposti, all’arrivo, a misurazione della temperatura mediante termoscanner.

Resta obbligatorio l’utilizzo della mascherina nei luoghi chiusi e aperti, a prescindere dalla distanza interpersonale.


Articoli correlati

Back to top button