Cronaca

Scomparsa Andrea Covelli, trovato un cadavere a Pianura: accertamenti sull’identità

La madre: "Una telefonata anonima ci ha detto dov'è"

La scomparsa di Andrea Covelli è il giallo che sta interessando Pianura e i suoi abitanti. Durante le ricerche è stato trovato un cadavere, adesso sono in corso gli opportuni accertamenti per stabilire se il corpo è del 27enne scomparso o di un’altra persona.

Scomparsa di Andrea Covelli, ritrovato un cadavere

Sulla pagina Facebook del consigliere Francesco Emilio Borrelli è stato pubblicato il seguente messaggio: “Hanno trovato un cadavere a Pianura”. Da tale post non si può sapere a chi appartenga il cadavere, ma i cittadini che stanno commentando, sono convinti che quel corpo ritrovato sia proprio di Andrea Covelli. Tanti sperano di sbagliarsi, e tanti si immedesimano nel dolore della madre.

Il luogo del ritrovamento

Il corpo è stato ritrovato a Pianura, periferia ovest di Napoli, nella zona di campagna compresa tra via Padula e la collina dei Camaldoli, nel quartiere di Pianura. Sul posto gli agenti della Squadra Mobile, quelli del commissariato locale e la Scientifica. Accertamenti in corso per risalire all’identità del corpo. Sul posto sarebbero arrivati anche i familiari di Andrea. Le ricerche, dopo due giorni di proteste da parte dei familiari, sono entrate nel vivo nella mattinata di oggi con un elicottero a sorvolare il quartiere e cani molecolari in azione nella Selva pianurese.

Secondo quanto appreso dal Riformista, il corpo senza vita di un uomo è stato ritrovato in via Gustavo Serena, una traversina in salita di via Domenico Padula che porta fin sotto la collina dei Camaldoli. Una zona di campagna dove insistono anche delle abitazioni.

Sotto un metro di terra è spuntato il cadavere di un uomo. Sul cadavere sono state riscontrate ferite riconducibili a colpi di arma da fuoco, almeno tre colpi.

Il messaggio alla madre di Andrea

La madre di Andrea Cavelli, Rosaria Vicino, ha chiesto ai Carabinieri di concentrare le ricerche sulla Selva, una zona di campagna del quartiere. La donna ha detto di aver ricevuto una telefonata che rivelava il luogo dove poter trovare il figlio.

Abbiamo ricevuto una telefonata anonima – afferma la donna – ci diceva di cercare sulla Selva e nient’altro. Mio marito pensa che sia in qualche scantinato. Lo rivogliamo con noi, la polizia deve cercarlo“. Questa soffiata non è stata ancora confermata dalle forze dell’ordine.

Articoli correlati

Back to top button