Cronaca

Sconto al pentito Genny “la carogna”: da 20 a 7 anni di reclusione per traffico di cocaina

Sconto di pena per Gennaro De Tommaso, noto come Genny la carogna. Dopo la prima sentenza di condanna a venti anni di reclusione, ha ottenuto uno sconto in appella passando a sette anni di reclusione. Uno sconto di pena concesso dallo Stato a chi accetta di collaborare con la giustizia, rompendo così i rapporti con l’ex retroterra criminale, per poi fornire un contributo alle indagini della Dda di Napoli come riportato da Il Mattino.

Sconto di pena per Genny la carogna

Nella giornata di ieri, giovedì 9 luglio, si è tenuto il verdetto bis a carico di presunti narcotrafficanti tra cui Gennaro De Tommaso, ex capo dei Mastiffs, noto gruppo ultras napoletano. Genny la carogna diventò famoso per quanto accaduto nella finale di Coppa Italia tra Napoli Fiorentina nel maggio del 2014. Prima della partita disputata allo stadio Olimpico il tifoso azzurro Ciro Esposito viene ucciso da un tifoso giallorosso e la curva azzurra non voleva far giocare quella partita. In un momento di grande tensione, intervenne De Tommaso (indossava una  maglietta in favore di Speziale, assassino del poliziotto Raciti) che “trattò” con a delegazione di forze dell’ordine rappresentata dal capitano del Napoli Marek Hamsik.

Le altre condanne

Le corte di appello ha confermato alcune condanne anche per i presunti ex soci in affari di De Tommaso:

  • Cinque anni e un mese per Alessandro Caldiero;
  • Quattro anni e nove mesi per Gennaro Cocozza;
  • Cinque anni e cinque mesi per Marco Contardo;
  • Due anni per Giuseppe Conte;
  • Un anno per Mario Cossentino;
  • Quattro anni e nove mesi per Pasquale D’Amore;
  • Dodici anni per Gaetano De Tommaso;
  • Nove anni per Mariano Esposito;
  • Cinque anni e quattro mesi per Vincenzo Gravina;
  • Quattro anni e cinque mesi per Francesco Guarino;
  • Nove anni e nove mesi per Francesco Liccardi;
  • Nove anni per Lucio Migliaccio;
  • Diciannove nni e 10 mesi per Giovanni Orabona;
  • Quattro anni e nove mesi per Salvatore Scialò;
  • Cinque anni e cinque mesi per Guido Sorge.

Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button