Cronaca

“Sono senza acqua, non posso nemmeno bere”: nonnina di Casoria chiede aiuto ai Carabinieri

Una donna di 92 anni ha chiesto aiuto ai carabinieri perché era rimasta senza acqua per lavarsi e per bere a causa di un guasto

Senza acqua da ore a causa di un guasto senza poter bere, una nonnina di Casoria ha chiamato i Carabinieri per chiedere aiuto. La donna, che ha 92 anni e vive da sola nel comune napoletano, era rimasta senza acqua dalla mattina, dopo la rottura di una conduttura di Pascarola, frazione di Caivano, avvenuta domenica sera.

Casoria: senza acqua a causa di un guasto, donna di 92 anni chiama i Carabinieri

Non avendo nessuno che potesse aiutarla, ha pensato di comporre il primo numero che le è venuto in mente, quello dei carabinieri. E al militare che ha risposto al telefono ha spiegato la propria situazione: non sapeva a chi rivolgersi e, alla fine di una giornata molto calda, non aveva in casa nemmeno una bottiglia d’acqua per bere. I carabinieri hanno cercato di rassicurarla, rispondendole che gli interventi per il ripristino della fornitura erano già in corso, poi la centrale operativa ha avvertito la pattuglia della Tenenza di Arzano e ha raccontato di quella insolita chiamata. In capo a pochi minuti in casa della donna sono arrivati un brigadiere e un carabiniere, con al seguito alcune bottiglie d’acqua.

Articoli correlati

Back to top button