Cronaca

Acque reflue nel fiume Sarno: sequestrata lavanderia industriale a Pompei

Acque reflue nel Sarno: sequestrata lavanderia industriale a Pompei. In azione la Polizia Metropolitana che, diretta dal Comandante Lucia Rea

Una lavanderia industriale è stata sequestrata Pompei. In azione la Polizia Metropolitana che, diretta dal Comandante Lucia Rea, ha posto sotto sequestro  a Pompei una lavanderia industriale priva di alcune autorizzazioni che scaricava acque reflue nel fiume Sarno. Il sequestro si inserisce nell’attività investigativa condotta sul fiume Sarno dalla Procura di Torre Annunziata, diretta dal procuratore Nunzio Fragliasso.

Acque reflue nel Sarno: sequestrata lavanderia industriale a Pompei

Gli uomini e le donne che hanno operato il sequestro, coordinati dal comandante della Polizia Metropolitana e dal comandante della Guardia Costiera di Castellammare di Stabia, hanno riscontrato una situazione che è possibile definire come “raccapricciante”, si legge nella nota della Polizia metropolitana.

I controlli

La funzionaria della Polizia Metropolitana a Pompei in località  Messigno, al controllo della liceità degli scarichi si è trovata di fronte ad una azienda che  attraverso  un bypass le acque reflue scaricava, senza depurazione in fogna bianca e da qui direttamente nel fiume Sarno. Lo scarico era quindi collegato alla fognatura bianca non gestita dalla Gori e da qui raggiungeva il fiume.

Articoli correlati

Back to top button