Cronaca

Dolci, vino e patate pericolosi per la salute: maxi-sequestro in Campania

Sequestro di cibo vino in Campania e non solo. Ispezionate 14 fra ditte, aziende agricole, oleifici e attività commerciali dai carabinieri dei reparti tutela agroalimentare di Salerno e Torino. I controlli, effettuati nelle scorse settimane nell’ambito di servizi preventivi eseguiti nelle regioni Campania, Puglia, Piemonte e Lombardia, hanno riscontrato violazioni e portato, in provincia di Salerno, al sequestro di 20 kg di dolciumi per mancanza di rintracciabilità e 120 litri di vino rosso, detenuto in eccedenza rispetto alla giacenza contabile.

Sequestro di cibo vino in Campania 

In provincia di Napoli sequestrate 120 kg di patate prive di indicazioni utili a rinvenire la provenienza e recanti non conformità sanabili di carattere sanitario, rilevate dalla competente Asl, mentre in provincia di Barletta e Trani, 100 kg di prodotti lattiero caseari e diffida per non conformità relative all’identificazione di partite di olio contenute all’interno di silos. I carabinieri hanno poi sequestrato, in provincia di Foggia, 40 vasetti di cime di rape in olio di semi, commercializzati con etichettatura irregolare circa l’elenco degli ingredienti.

Controlli anche nel Nord

Nel Nord Italia, in provincia di Como, svariati vasetti di miele di Manuka, non idoneo al consumo umano per valori di idrossimetilfurfurale (Hmf) superiori al limite consentito. È stato denunciato il titolare dell’azienda. Infine, in provincia di Pavia, sanzionata per 23.300 euro un’azienda agricola, per violazione delle prescrizioni riportate in etichetta dei fitofarmaci detenuti. In provincia di Cuneo sequestrati 1,3 kg di infiorescenze essiccate di cannabis sativa e denunciati i due rappresentanti legali della ditta per frode in commercio e vendita di sostanze stupefacenti senza autorizzazione. Sanzioni per oltre 32 mila euro.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

 

Articoli correlati

Back to top button