Cronaca

Napoli, sequestrato all’aeroporto di Capodichino un chilo di eroina: arrestato un gambiano

Sequestro di eroina all’aeroporto di Capodichino: arrestato 22enne gambiano arrivato con un volo proveniente da Parigi

Sequestro di un chilo di eroina all’aeroporto di Capodichino. I funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli unitamente ai finanzieri in servizio presso l’Aeroporto di Capodichino hanno tratto in arresto un cittadino extracomunitario di origine gambiana che trasportava quasi 1 kilo di eroina, con la tecnica dei body packers, ossia occultata in ovuli.

Sequestro di un chilo di eroina all’aeroporto di Capodichino in ovuli

Il 22enne, giunto a Napoli con un volo proveniente da Parigi, stava per lasciare l’Aeroporto quando è stato fermato e sottoposto a controllo prima di allontanarsi dalla sala arrivi. In particolare, gli ufficiali addetti ai controlli, non convinti delle spiegazioni ricevute ed insospettiti da altri segnali di “rischio”, hanno accompagnato il viaggiatore all’ospedale dove un esame radiografico ha evidenziato la presenza nell’addome di ben 80 ovuli.

Il provvedimento

I successivi accertamenti eseguiti sul contenuto degli involucri hanno confermato che si trattava di eroina. Il responsabile è stato tratto in arresto e condotto presso il carcere di Poggioreale. L’operazione conferma che il crescente stato di emergenza riduce la densità del traffico passeggeri negli aeroporti ma, ciononostante, i traffici illeciti non segnano ancora il passo, continuando invece a rifornire i gruppi criminali operanti nel napoletano.

Paolo Siotto

Giornalista pubblicista dal 2015, collabora per l'Occhio da giugno 2019 dopo diverse esperienze con testate locali tra cui il quotidiano Metropolis. Redattore per SalernitanaNews, nel tempo libero ama dedicarsi alla buona musica.

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto