Cronaca

Sequestro di 80 chili di prodotti alimentari a Napoli

Controlli a tappeto dei carabinieri, della Polizia Municipale e dell’Asl nel centro di Napoli: sono posti sotto sequestro 80 chili di prodotti alimentari. Inoltre sono stati scoperti lavoratori in nero ed irregolari, oltre a parcheggiatori abusivi.

Napoli, sequestro di prodotti alimentari: i controlli

Nel mirino dei militari, del personale della Polizia Municipale e dell’Asl Napoli 1, i ristoranti ma anche parcheggiatori abusivi. In due ristoranti sono stati scoperti lavoratori in nero ed irregolari. Altri lavoravano anche senza la formazione né la visita medica obbligatoria. Nei guai sono finiti due titolari.

Due titolari di due ristoranti sono anche stati sanzioni per oltre 7mila euro per violazioni in materia igienico sanitaria. Sequestrati inoltre 80 chili di prodotti alimentari. Nei guai anche una 28enne già nota alle forze dell’ordine che ha insultato i militari e impedito la rimozione della propria auto in strada: era scoperta di assicurazione.

Denunciato un 23enne napoletano: i militari lo hanno perquisito ed è stato trovato con un coltello di 15 centimetri nelle tasche. Denunciati anche 4 parcheggiatori abusivi beccati a chiedere denaro agli automobilisti in cerca di sosta.

Un 47enne è stato denunciato per ricettazione trovato alla guida di uno scooter rubato a novembre. Due giovani napoletani sono stati sorpresi alla guida senza patente. Hanno rispettivamente 20 e 23 anni. Denunciati, invece, un 58enne e un 53enne: il primo per essere stato fermato alla guida di un veicolo con telaio non conforme, mentre il secondo con documenti e targa straniera contraffatti.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Back to top button