Cronaca

Shock a Napoli, tombe scoperchiate e ossa visibili a tutti al cimitero di Poggioreale

Un mucchio di ossa esposto alla luce del sole in una tomba scoperchiata, questa è la foto shock che mette in risalto il degrado del Cimitero di Poggioreale

Immagini che mettono tanta tristezza e lasciano un senso di vuoto quelle raccolte da Gaetano Brancaccio, dell’associazione Napoli Civile immortalate al cimitero di Poggioreale. Un mucchio di ossa di uno sconosciuto esposto alla luce del sole in una tomba scoperchiata poiché manca il marmo con scritto il nome del “caro estinto”. E non è nemmeno l’unica tra i viali del cimitero, che si estende per 490.000 metri quadrati.

Degrado al cimitero di Poggioreale: l’allarme di Europa Verde e Sole che Ride

Lanciano l’allarme Francesco Borrelli e Vincenzo Vasquez, rappresentanti di Europa Verde e del Sole che Ride in previsione di domani, la giornata della celebrazione dei defunti. I due ieri hanno effettuato un sopralluogo a Poggioreale e questo è il racconto che fanno: “Dopo che abbiamo varcato la soglia d’ingresso non abbiamo trovato nessuna indicazione e nessun addetto che potesse orientare i visitatori nel labirinto di viottoli. Unica presenza, e solo all’entrata, quella del personale della cooperativa “25 giugno”.

Per il resto un insieme di lapidi cadute e rimaste lì dopo gli ultimi eventi atmosferici dei mesi passati. In alcun anfratti è possibile scorgere anche i corpi dei defunti, coperti da sacchi neri, che fanno mostra di sé. Nessuna colonnina per la disinfezione delle mani e, per finire, erba incolta e residui di potature abbandonati nei viali, marmi rotti e basoli saltati”.


shock-napoli-tombe-ossa-visibili-cimitero-poggioreale


La risposta del Comune

L’assessore Enrico Panini, che ha la delega ai Cimiteri, ha risposto, interpellato sulla manutenzione. “Se ne occupa Napoli Servizi che ha incentivato gli interventi dai primi giorni di ottobre“. E dalla società controllata dal Comune precisano: “Noi abbiamo in carico il taglio dell’erba e piccoli interventi di manutenzione.”

“Quelli straordinari sono di competenza del servizio cimiteri del Comune se si tratta di aree pubbliche. Custodia e manutenzione delle cappelle rientrano naturalmente nella sfera dei privati che ne sono proprietari. Le congreghe devono a loro volta prendersi cura degli spazi che gestiscono“.

Cimitero trasformato in una discarica

In alcuni spazi pubblici del cimitero di Poggioreale ieri Napoli Servizi ha effettuato una operazione di pulizia straordinaria per rimuovere scarti edili, copertoni, guaine bituminose, sedie, mobiletti arrugginiti ed altri materiali abbandonati tra le aiuole ed i vialetti.


shock-napoli-tombe-ossa-visibili-cimitero-poggioreale

 


Accade — informano dalla società — che le ditte impegnate nell’area cimiteriale per interventi di manutenzione o di ristrutturazione delle cappelle e di altri spazi privati depositino poi i materiali di risulta nel primo spazio che incontrano, per risparmiare sui costi di smaltimento”. Utilizzano, insomma, il camposanto come una discarica di rifiuti speciali. A riprova, se mai ce ne fosse bisogno, che inciviltà e noncuranza verso i vivi non risparmiano neppure i morti. (Fonte: Il Corriere)

Articoli correlati

Back to top button