Cronaca

Uccide un cane con un colpo di fucile ma è libero: Somma Vesuviana chiede giustizia per Willy

Somma Vesuviana chiede giustizia per il cane ucciso in strada nel pomeriggio di sabato 13 marzo con un colpo di fucile

Somma Vesuviana si chiede giustizia per Willy, il cane ucciso con un colpo di fucile in piena strada nella giornata di ieri, sabato 13 marzo. Una vicenda sulla quale – nelle scorse ore –  è tornato anche il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli.

“Un colpo di fucile in strada, in pieno giorno a Somma Vesuviana. Così ha ucciso Willy, cane padronale che viveva libero nel quartiere e amato da tutti,  da un settantenne del posto. Dopo aver sparato all’animale indifeso ha abbandonata la carcassa e si è allontanato” scrive Borrelli.

Somma Vesuviana, cane ucciso in strada: si chiede giustizia

“Fortunatamente i carabinieri, grazie a diverse segnalazioni, sono riusciti a rintracciare il responsabile. Dopo aver fatto irruzione in casa, con indosso i giubbotti antiproiettile, hanno raccolto la confessione del colpevole e lo hanno denunciato a piede libero. Una storia terribile che non può passare sotto silenzio, pertanto Europa Verde con il suo centro giuridico si costituirà parte civile per ottenere giustizia”. Queste le parole di Francesco Emilio Borrelli, Consigliere Regionale per Europa Verde.


somma-vesuviana-cane-ucciso-willy-giustizia


La condanna

“La barbarie e la violenza dilagante che sempre più spesso siamo costretti a denunciare va fermata con ogni mezzo. Tali episodi sono commessi da persone violente e pericolose che rappresentano una minaccia per la società, è necessario adottare delle pene severe ma giuste per evitare che atti scellerati come questo si ripetano in futuro”.

Articoli correlati

Back to top button