Cronaca

Somma Vesuviana dice addio alla plastica monouso con un’ordinanza del sindaco Salvatore Di Sarno

Inizia la guerra alla plastica monouso, ma Somma Vesuviana il sindaco Salvatore Di Sarno, anticipa i tempi. Vietato l’uso e la commercializzazione di piatti e posate non biodegradabili.

Salvatore Di Sarno mette al bando la plastica monouso

Il primo gesto nella direzione della “Plastic free” arriva da Somma Vesuviana. Il sindaco Salvatore Di Sarno approfitta subito della decisione del Parlamento Europeo.

Approvato, infatti, il divieto nell’Ue di utilizzare oggetti in plastica monouso. Finiscono al bando piatti, posate, cannucce, bastoncini per palloncini e cotton fioc, altamente inquinanti, a partire dal 2021.

Ordinanza e dichiarazioni del primo cittadino

Il sindaco ha firmato l’ordinanza n°44. Ecco le sue dichiarazioni:

E’ necessario preservare l’ambiente. Per questioni etiche, ma anche economiche. Tenendo conto che i rifiuti di plastica si sono rivelati particolarmente pericolosi per l’ambiente, per la nostra salute e per la salvaguardia di flora e fauna andava posto un freno reale all’uso di prodotti il cui smaltimento è complesso e costoso. La legge 26/2010, infatti, prevede che i costi dell’intero ciclo di gestione dei rifiuti devono essere coperti nell’imposizione dei relativi oneri a carico dei cittadini, inoltre la normativa europea ed italiana prevede l’obbligo del riciclaggio solo per i prodotti in plastica rappresentati in imballaggi con esclusione di piatti, bicchieri e posate di plastica, il cui costo di conferimento ricade tutto sul bilancio contabile dei Comuni e sul bilancio ecologico di tutto il territorio con aumento di emissione di gas serra e aggravamento del processo industriale di smaltimento.

Il nostro Comune e la mia Amministrazione, attraverso la società di gestione del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti, hanno già da tempo avviato diverse attività per il miglioramento della raccolta differenziata e per la tutela dei siti di normale conferimento allo scopo di salvaguardare il territorio. Bisognava però fare un passo in più, ecco allora che ho deciso di firmare un’ordinanza volta a tutelarci tutti e sono sicuro che i miei concittadini converranno con me che è la scelta più saggia.

Sarà possibile utilizzare ancora plastica monouso fino a quattro mesi dalla presentazione dell’ordinanza, e fino ad esaurimento scorte.

Articoli correlati

Back to top button