Sorrento, droga e violenza sessuale ai danni della cameriera: chiesti 8 anni per il ristoratore

sorrento-droga-violenza-sessuale-cameriera

Sorrento, droga e violenza sessuale ai danni della cameriera: chiesti 8 anni per il ristoratore Mario Pepe. La ragazza fu venduta per 100 euro

Sorrento, droga e violenza sessuale ai danni della cameriera: chiesti 8 anni per il ristoratore Mario Pepe. La ragazza fu venduta per 100 euro a sua insaputa.

Il ristoratore di Sorrento rischia 8 anni

L’accusa ha chiesto ben 8 anni e 4 mesi di reclusione per Mario Pepe, il ristoratore di Sorrento accusato di aver somministrato droga a una cameriera del suo ristorante e di averla poi sottoposta a violenza sessuale.

Come riporta “Internapoli”, i fatti risalgono al 12 novembre 2015, quando la vittima si sarebbe trovata in una situazione molto particolare: avrebbe prima assunto cocaina mentre cenava nel ristorante dell’imputato. Poco dopo, stando alle testimonianze della giovane e alle prime ricostruzioni, la ragazza si sentì male. Dopo essere svenuta, si ritrovo nuda sul bancone del locale.

Solo grazie alla confessione di un amico, la ragazza aveva scoperto di essere stata “venduta” per 100 euro a Pepe, il quale avrebbe utilizzato la droga dello stupro per ottenere piacere sessuale. A dicembre del 2018 Pepe fu arrestato dagli agenti del commissariato di Sorrento che hanno in seguito scoperto un giro di festini a base di droga e alcol all’interno del locale della Sorrento bene.

TAG