Cronaca

Sorrento, tentativo di furto di un gommone fallisce: ladri fermati dal maltempo

Il gommone è stato abbandonato in un anfratto. Probabile causa il cattivo tempo

Sorrento, tentativo di furto di un gommone fallisce: ladri fermati dal maltempo. A riportare la notizia di un tentato furto commesso nelle scorse ore ad opera di ladri ignoti nella Penisola Sorrentino, fallito, è InterNapoli.

Furto di un gommone a Sorrento fallisce

La scorsa notte, dei ladri ignoti hanno tentato di commettere un furto nella città di Sorrento. In particolare essi avevano sottratto un gommone ancorato ad un’imbarcazione maggiore, che si trovava all’interno della Marina. Il mezzo era di proprietà di un’azienda locale.

Il cattivo tempo li ostacola

Nella mattinata odierna, il proprietario, notando l’assenza del proprio natante, ha provveduto ad allertare i militari della Guardia costiera. Essi sono stati aiutati dal segnale Gps del gommone rubato, ancora funzionante. Così hanno provveduto a localizzarlo.

Nascosto in un anfratto

Il mezzo rubato non si trovava molto distante dal luogo in cui era ormeggiato. Infatti è stato localizzato dai militari in un anfratto nel territorio di Torre del Greco, a pochi chilometri. Probabilmente i ladri non erano riusciti a sabotare il congegno in tempo. Inoltre, visto  anche il luogo in cui si trovava il gommone, si ipotizza che a fermare i ladri sia stato il cattivo tempo.

Controlli in corso

La Guardia costiera quindi si è messa in contatto con gli agenti della Polizia di Stato della città del Napoletano per procedere ai dovuti accertamenti. Nel giro di alcune ore il mezzo è stato restituito al proprietario. Le Forze dell’ordine proseguono le indagini per risalire ai responsabili del reato commesso.

Salvataggio a Torre Annunziata

Nelle ultime ore la Guardia costiera ha effettuato anche un salvataggio nelle acque di Torre Annunziata. Infatti era stato segnalato un corpo, tuttavia si trattava solo di un bagnante che aveva perso i sensi. L’uomo è stato soccorso e affidato alle cure dei sanitari del 118, le cause dello svenimento non sono ancora chiare.

Articoli correlati

Back to top button