Cronaca

Sospese le funzioni e lo stipendio a Giancarlo Longo, magistrato arrestato

NAPOLI. Al magistrato Giancarlo Longo, arrestato il 7 febbraio scorso con l’accusa di associazione a delinquere e corruzione su richiesta della procura di Messina, sono state sospese le funzioni e lo stipendio.

La vicenda

Secondo quanto riporta il quotidiano NapoliToday, il provvedimento è stato deciso nelle ultime ore dalla sezione disciplinare del Csm. L’ex pm di Siracusa è accusato di aver pilotato alcuni fascicoli di indagine per favorire i clienti di due legali siculi. Lo scorso luglio, inoltre, il magistrato aveva chiesto il trasferimento al tribunale di Napoli, in seguito alla sanzione del Consiglio superiore della magistratura: prima dell’arresto, aveva preso servizio ad Ischia da poche settimane.

Articoli correlati

Back to top button