Cronaca

Secondigliano, piazza di spaccio nel carcere: costituito un altro agente penitenziario corrotto

Costituito un altro agente penitenziario corrotto, si tratta del 32enne Mariano Porcino

Piazza di spaccio nel carcere di Secondigliano: si è costituito un altro agente penitenziario corrotto, si tratta del 32enne Mariano Porcino.

Spaccio nel carcere di Secondigliano: agente corrotto

Il 32enne Mariano Porcino si è costituito direttamente ai Carabinieri. Scoperte e denunciate le mogli di 5 pregiudicati coinvolti nell’inchiesta che percepivano il reddito di cittadinanza

L’operazione dei Carabinieri

Nell’ambito dell’operazione avvenuta ieri i Carabinieri hanno eseguito un’ordinanza applicativa di misura cautelare personale emessa dal GIP del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura nei confronti di oltre 20 soggetti, ritenuti gravemente indiziati di associazione finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti e corruzione: a finire in manette anche Mariano Porcino, nato a Napoli il 30 gennaio 1990. L’uomo, messo alle strette, si è costituito presso la caserma per essere poi trasferito al carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Articoli correlati

Back to top button