Cronaca

Camorra, il pentito Nunziato: “C’era un poliziotto che mi faceva spacciare”

Spaccio di droga con aiuto di un poliziotto: la rivelazione sul clan Silenzio emerge da un interrogatorio di Gaetano Nunziato

Un poliziotto avrebbe Francesco Silenzio nello spaccio di droga. È quanto emerge da un interrogatorio risalente al 2016 di Gaetano Nunziato, collaboratore di giustizia inserito nell’ordinanza di custodia cautelare con la quale il gip di Napoli Chiara Bardi ha disposto 26 misure cautelari nei confronti di altrettanti presunti appartenenti al clan Silenzio di San Giovanni a Teduccio.

Spaccio di droga con aiuto di un poliziotto: la rivelazione sul clan Silenzio

Francuccio (il boss Francesco Silenzio) mi disse che quando passava lui potevo continuare a spacciare” disse Nunziato. “Ma lui (Gianpaolo ‘a guardia, ndr) doveva fare un arresto una volta al mese e per questo sacrificavamo un ragazzo che lavorava da poco sulla piazza”. Nunziato racconta agli inquirenti in quale commissariato Gianpaolo lavorava, con quali auto passava nella zona, dove risiedeva e anche che al clan dava il proprio supporto anche suo zio, anche lui poliziotto.

Articoli correlati

Back to top button