Circumvesuviana ferma: guasti ai treni e carenza di personale

stop-circumvesuviana-guasti-treni

Circumvesuviana: al terminal di Porta Nolana non c'erano treni disponibili a riportare i pendolari a casa: soppresse oltre 30 corse

Giornata campale quella di ieri per i passeggeri della Circumvesuviana. Al terminal di Porta Nolana non c’erano treni disponibili a riportare i pendolari a casa: soppresse oltre 30 corse.

Stop della Circumvesuviana, viaggiatori inferociti

Ieri pomeriggio è dovuto intervenire l’Esercito per calmare i viaggiatori inferociti, ma la giornata di oggi non si prospetta tanto diversa.

La difficoltà a coprire i turni e l’assenza di convogli degni di questo nome ha portato, ieri, alla soppressione di oltre trenta corse e al guasto di un convoglio, dal quale era uscito del fumo.
 
In Circumvesuviana mancano sia i capitreno che i macchinisti. I primi dovrebbero essere 130, invece sono 100; i secondi dovrebbero essere 150 e sono 120.

una giornata di passione per i viaggiatori

Ieri mattina un treno partito da Baiano e diretto a Napoli, nei pressi della stazione di Salice ha sprigionato una forte puzza di bruciato e del fumo. Il personale di bordo è stato subito avvisato e il convoglio è stato evacuato. Tanta paura, tanta rabbia ma anche rassegnazione: la giornata, infatti, è proseguita con continui problemi, ritardi e mancanza di corse.

Nel pomeriggio il tabellone completamente vuoto che indicava i treni in partenza da Napoli ha mandato su tutte le furie gli utenti, pronti alla battaglia.

Sono arrivati i militari dell’Esercito ma, soprattutto, due dalla provincia, subito attrezzati e inviati di nuovo verso Sarno e verso Sorrento. L’unico modo per placare i viaggiatori inferociti.

 

TAG