Cronaca

Stupro a Meta, l’hotel cancella post “scomodi”: “Sesso in mare e avances a mia figlia”

META. Continua a far discutere il cado dello stupro di una turista inglese in un hotel a Meta di Sorrento. Questa volta la bufera non coinvolge soltanto i dipendenti colpevoli del reato, ma la stessa struttura ricettiva.

La denuncia di Selvaggia Lucarelli

È Selvaggia Lucarelli, tramite social network, a segnalare alcuni post e commenti negativi che sono stati cancellati dalla pagina ufficiale dell’hotel.

“L’hotel di Meta di Sorrento dello stupro di gruppo da parte dei dipendenti dovrebbe girare questi commenti apparsi sulla sua pagina fb a chi di dovere perché queste donne siano contattate e si facciano le indagini come si deve, NON cancellarli”, ha scritto Lucarelli su Twitter pubblicando i commenti di alcuni clienti insoddisfatti e indignati:

«Perché il mio commento è stato cancellato – si chiede una donna rispondendo a un post sulla pagina dell’hotel – forse perché non si trattava di una recensione positiva invece della mia esperienza del 2016? Un cameriere che faceva sesso in mare davanti la spiaggia dedicata agli ospiti o l’intervento di mio marito per difendere mia figlia dalle avances dei dipendenti cercando anche di aggiungerla sui social network. Vi prometto che non tornerò più», si chiede una donna che fu ospite dell’hotel nel 2016.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button