Cronaca

Si barrica nell’Asl e si taglia le vene: paura a Secondigliano

Dopo alcuni minuti sono riusciti a calmarlo e salvare l'uomo

Attimini di terrore questa mattina, giovedì 26 maggio, a Secondigliano: un uomo si è barricato nell’Asl, minacciando medici e personale, e si taglia le vene. Salvato dagli agenti della Polizia.

Secondigliano, si barrica nell’Asl e si taglia le vene

Gli agenti della Polizia sono arrivati in seguito alla segnalazione di un uomo barricato nella vicina Asl minacciando medici e personale. L’uomo, in presa ad uno stato di alterazione psichica, con una lametta ha iniziato a incidersi profonde ferite sulle braccia recidendosi anche alcune vene.

L’uomo ha anche ingerito la lametta iniziando così a perdere sangue dalla bocca: inoltre uno degli agenti intervenuti ha notato che lo stesso, identificato poi per Antonio L., 58enne della Masseria Cardone, vista la grande quantità di sangue che aveva perso ha iniziato a barcollare.

Il salvataggio

Dopo alcuni minuti sono riusciti a calmarlo e salvare l’uomo.

Articoli correlati

Back to top button