Cronaca

Auto con targa straniera travolge una moto sulla Tangenziale poi scappa, fermato dalla Stradale

L’uomo, di cittadinanza italiana, è stato così deferito in stato di libertà all’A.G. per fuga, omissione di soccorso ed insolvenza fraudolenta

Non paga il casello della Tangenziale di Napoli per 166 volte, travolge una moto con l’auto con la targa straniera e scappa: nella giornata odierna è stato rintracciato. Aveva sostituito il faro destro ed il paraurti anteriore del veicolo al fine di eliminare le tracce. L’uomo, di cittadinanza italiana, è stato così deferito in stato di libertà all’A.G. per fuga, omissione di soccorso ed insolvenza fraudolenta.

Napoli, auto travolge moto sulla Tangenziale

Sulla Tangenziale, tra lo svincolo di uscita di Capodichino e quello di Corso Malta, un’auto non identificata avrebbe investito violentemente un centauro in sella alla sua moto. In seguito all’urto, il conducente della vettura si è dato alla fuga senza prestare soccorso al ragazzo che, caduto al suolo, ha riportato ferite tanto da essere trasportato al Cardarelli per le cure del caso.

L’auto con targa straniera

Dalle indagini è emerso che la vettura, una Fiat Idea, aveva targa di nazionalità polacca. Ad accertare la dinamica dello scontro le immagini di videosorveglianza che hanno riscontrato che l’automobilista era uscito dallo svincolo di Corso Malta.

Da ulteriori accertamenti è emerso che l’uomo in questione è un cittadino italiano.

Denunciato

Nella giornata odierna, l’uomo è stato fermato dai poliziotti. L’uomo aveva già sostituito il faro destro ed il paraurti anteriore del veicolo al fine di eliminare le tracce. Invitato in ufficio dagli investigatori, dopo un primo colloquio ha ammesso la propria responsabilità sull’accaduto.

Da ulteriori indagini è emerso, altresì, che a carico del veicolo con targa straniera, risultano 166 elusioni di pagamento del pedaggio sulla Tangenziale di Napoli, commesse da luglio 2019 a settembre 2022, per un importo complessivo di € 823,63 per cui è stata formalizzata querela da parte della società. L’uomo, intanto, è stato così deferito in stato di libertà all’A.G. per fuga, omissione di soccorso ed insolvenza fraudolenta e l’auto sottoposta a sequestro.

Articoli correlati

Back to top button