Cronaca

Tassisti aggrediti davanti alla stazione di Napoli: uno ha riportato un trauma cranico

Tassisti aggrediti davanti alla stazione di Napoli centrale nella giornata di venerdì, 16 giugno: uno di loro ha anche riportato un trauma cranico. Inoltre, sarebbero stati danneggiati 4-5 mezzi in attesa dei clienti. A denunciare l’episodio è Guido Savastano, dell’associazione tassisti di base.

Napoli, tassisti aggrediti alla stazione: uno ha riportato un trauma cranico

Secondo l’associazione, che ha inviato una missiva al prefetto e al sindaco, ad aggredire i professionisti e a colpire i taxi sarebbe stato un gruppo di migranti. Non è ancora chiaro il motivo per cui sarebbe scattata la violenza. Il tassista ferito si sarebbe frapposto tra i violenti e la sua vettura e per questo avrebbe rimediato un colpo di catena al capo.

“Chiediamo agli organi istituzionali – dice Guido Savastano – che venga fatta chiarezza al riguardo. Da tempo stiamo chiedendo agli assessori di competenza di istituire un controllo perpetuo di polizia negli scali cittadini, per garantire sicurezza dei lavoratori e dell’utenza. Ma tutte le nostre sollecitazioni scritte e anche evidenziate negli incontri ufficiali con gli assessori sono cadute nel nulla. Il nostro dovere sindacale ci impone ad evidenziare ancora una volta gli inconvenienti che subiscono i lavoratori e di riflesso l’utenza cittadina e i turisti”.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio