Cronaca

Tentano di evadere dal carcere di Nisida: presi

Tre detenuti (due maggiorenni e un minorenne) tentano di evadere dal carcere di Nisida ma vengono fermati dalla Polizia Penitenziaria, dopo che si sono procurati fratture in varie parti del corpo.

Napoli, tentano di evadere dal carcere di Nisida: presi tre detenuti

Tre detenuti hanno tentato di evadere nella serata di ieri, lunedì 12 giugno, dal carcere partenopeo ma sono stati inseguiti e acciuffati dagli agenti della Polizia Penitenziaria. I tre soggetti si sarebbe calati dal muro di cinta, per guadagnarsi la fuga: si sono quindi lanciati per toccare il suolo procurandosi fratture in varie parti del corpo, comprese le gambe.

Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco che li hanno recuperati e, grazie ai sanitari del 118, sono stati sottoposti ai dovuti accertamenti. A denunciarlo sono i indacalisti della polizia penitenziaria, Ciro Auricchio dell’Uspp, Eugenio Ferrandino della Uil-Pa Polizia penitenziaria e Pasquale Baiano di Sinappe: “Ancora troppi oggi i detenuti maggiorenni, in particolare ultraventunenni, nel circuito penitenziario minorile. Più volte abbiamo denunciato che gli ultra 21enni devono scontare la pena nel carcere per adulti, perché gli stessi nella maggior parte dei casi minano il percorso di riabilitazione degli altri detenuti minorenni”.

La denuncia

“Riteniamo, inoltre, che le attuali strutture per minorenni debbano essere messe in maggiore sicurezza: non avendo, infatti, le caratteristiche strutturali degli istituti per adulti, sempre più frequentemente si prestano a fughe rocambolesche come quelle accadute di recente. Chiediamo, altresì – concludono – di dotare la Polizia penitenziaria di strumenti tecnologicamente avanzati, sia per potenziare le difese passive che per arginare i tentativi fraudolenti di far entrare droga e telefonini”.

Alessia Benincasa

Alessia Benincasa, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio