Cronaca

Terremoto a Napoli, 4 scosse ravvicinate con epicentro Pozzuoli

Nella serata di martedì 27 dicembre sono state avvertite 4 scosse di terremoto a Napoli, con epicentro Pozzuoli. La prima scossa è stata registrata intorno alle 21:03 con magnitudo 0.2. Gli eventi sismici possono essere attribuiti alle caratteristiche dell’area, quindi non si esclude che questi eventi si possano ripetere.

Terremoto a Napoli, quattro scosse con epicentro Pozzuoli

Quattro scosse di terremoto, a distanza di pochi minuti, sono state avvertite nella serata di oggi, con epicentro in mare all’altezza di Pozzuoli, in provincia di Napoli. I sismografi dell’Osservatorio Vesuviano le hanno localizzate in corrispondenza dell’Accademia Aeronautica e lungo via Napoli. La prima scossa è stata di magnitudo molto bassa, così come la terza e la quarta, mentre la seconda è stata nettamente avvertita dalla popolazione anche per via della scarsa profondità ma non ha causato danni.

Le scosse

La prima scossa è stata registrata alle 21:03, con magnitudo 0.2 (con un errore di valutazione stimato di 0.3 in eccesso o in difetto) e con una profondità stimata di un chilometro. La seconda è stata avvertita dalla popolazione di Pozzuoli e di Bagnoli, ed è stata registrata alle 21:17: magnitudo 2.1, profondità stimata di appena 400 metri; segnalazioni sono arrivate in particolar modo dai residenti che abitano ai piani più alti degli edifici, ma non si registrano danni né feriti.

La terza scossa, pochi minuti dopo: è stata registrata alle 21:40, con epicentro nella stessa area, magnitudo 0.2 e profondità di 300 metri. La quarta, infine, alle 21:44 di magnitudo 0.5.

Scosse anche nella notte

Lo sciame sismico è proseguito nella notte, con una scossa alle 3.32, un’altra pochi minuti dopo e una terza alle 4.03, tutte di magnitudo tra 2.3 e 2.4. In molti, sui gruppi Facebook dei residenti nella zona, affermano di aver avvertito le scosse, nel cuore della notte.

Ileana Picariello

Ileana Picariello, giornalista del network L'Occhio, è esperta in cronaca nera, politica e inchieste.

Articoli correlati

Back to top button