Cronaca

Trapianti, la protesta dei genitori sul tetto dell’ospedale: “Nessuno ci ascolta”

NAPOLI. Riparte la protesta dei genitori dei bimbi che hanno subito un trapianto o sono in attesa dell’intervento. Ancora una volta, mamme e papà sono salite sul tetto dell’ospedale Monaldi per far sì che non si spenga l’attenzione su un tema e una problematica molto importante e delicata. La notizia è riportata da Il Mattino.

Trapianti, la protesta dei genitori

«Chiediamo di poter incontrare il presidente della Repubblica Mattarella. Qui nessuno ci ascolta e i nostri figli non hanno la necessaria e adeguata assistenza», dice Dafne Palmieri, presidente del comitato, che da oggi ha anche iniziato lo sciopero della fame.

Il comitato chiede anche di incontrare il governatore Vincenzo De Luca, ormai da diversi mesi: «La Regione ha stanziato tre milioni e mezzo di euro per l’adeguamento strutturale del Centro trapiantologico pediatrico, circa un terzo della somma è stata anche liquidata ma non c’è stato alcun cambiamento».

«Vogliamo che il Centro venga ripristinato e che siano garantiti i necessari standard di cura – conclude Palmieri – o in alternativa lo chiudano senza continuare a finanziarlo, visto che non fornisce le cure e i servizi adeguati».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button