Cronaca

Trasfusione con sangue infetto: il Ministero deve risarcire una coppia di Napoli

Dopo 8 anni di processo, Il Ministero della Salute dovrà risarcire una coppia di Napoli per una trasfusione di sangue infetto avvenuto nel 1987.

Sangue infetto: il Ministero della Salute dovrà risarcire due coniugi

Avevano subito danni irreversibili per una sacca di sangue infetto: adesso, il Ministero della Salute è stato condannato dal Tribunale di Aversa a risarcire i danni fatti a due coniugi napoletani.

Il tutto risale quando il marito aveva scoperto di aver contratto l’epatite C dalla moglie, la quale non sapeva di aver ricevuto una trasfusione di sangue infetto nel maggio 1987 durante il ricovero presso la casa di Cura Santa Maria della Salute di Santa Maria Capua Vetere.

 

 

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button