Tre quintali e mezzo di pesce scaduta: multa salata per una pescheria nel Vesuviano

BOSCOTRECASE – Multa salata per una pescheria di Boscotrecase. Nel corso dei controlli sulla filiera ittica, gli uomini del Nucleo di Polizia Giudiziaria della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Castellammare di Stabia, coordinati dal Comandante Ivan Savarese, hanno sequestro circa 340 chilogrammi di prodotto ittico di varia natura. Tre quintali e mezzo di pesce […]

BOSCOTRECASE – Multa salata per una pescheria di Boscotrecase. Nel corso dei controlli sulla filiera ittica, gli uomini del Nucleo di Polizia Giudiziaria della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Castellammare di Stabia, coordinati dal Comandante Ivan Savarese, hanno sequestro circa 340 chilogrammi di prodotto ittico di varia natura.

Tre quintali e mezzo di pesce scaduto e non tracciabile: multa salata per una pescheria.

Nella  pescheria di Boscotrecase  stata scoperta la vendita di prodotti alimentari ampiamente scaduti e detenuti in cattivo stato di conservazione, privi di ogni informazione relativa all’etichettatura e tracciabilità dei prodotti della pesca.
Complessivamente sono stati elevati tre verbali amministrativi per un importo totale di circa 5mila euro, oltre al sequestro del pescato. I controlli continueranno senza sosta anche nei prossimi giorni al fine di garantire la tutela dei consumatori in tutto il Compartimento Marittimo di Castellammare di Stabia.

TAG