Cronaca

Producevano droga in un immobile confiscato a un contrabbandiere: sequestrati 115 chili di marijuana

Un laboratorio clandestino per la coltivazione di marijuana, allestito in un immobile di Trecase confiscato a un noto contrabbandiere di sigarette, è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Torre Annunziata che ha sequestrato anche centinaia di piante, per oltre 115 chili di sostanza stupefacente, che avrebbero generato guadagni per circa 620mila euro.

Trecase, coltivavano marijuana in casa: sequestrati 115 chili

Nel sofisticato laboratorio clandestino le fiamme gialle hanno trovato 369 piante, alte circa due metri, e gli strumenti utilizzati per portare avanti l’attività illecita, tra cui 20 ventilatori industriali, 35 lampade fluorescenti, oltre 300 trasformatori di corrente, una vasca per l’irrigazione di 6 metri per 2, due bilancini, diversi flaconi fertilizzanti e le reti per l’essiccazione.

La perquisizione è stata estesa agli altri locali dell’edificio e al terreno adiacente dove i finanzieri hanno scoperto oltre 5 chili di marijuana già essiccata e un involucro confezionato contenente altri 290 grammi della stessa sostanza stupefacente.

La denuncia

La Guardia di Finanza ha depositato una denuncia contro ignoti alla Procura della Repubblica di Torre Annunziata per detenzione e coltivazione di droga e anche in relazione contro al furto di acqua e di corrente elettrica. Dopo i prelievi finalizzati alle analisi la piantagione è stata completamente distrutta e il materiale trovato sequestrato.

Redazione L'Occhio di Napoli

Redazione L'Occhio di Napoli: comunicati stampa, notizie flash, contributi esterni del giornale

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio