Politica

Tutela della lingua napoletana, una legge regionale in arrivo

NAPOLI. Il concerto tributo a Pino Daniele ha diviso letteralmente il pubblico che, soprattutto sui social, si è lasciato andare a diverse battute sul criticabile napoletano di quasi tutti gli artisti che sono saliti sul palco allestito allo stadio San Paolo interpretando le canzoni del compiano cantautore partenopeo.

A tal proposito,il consigliere regionale dei Verdi Francesco Borrelli ha lanciato la “sfida”: “Martedì parte l’iter per una legge regionale che la tuteli e promuova“, ha annunciato sui social.

Tutela della lingua napoletana, una legge regionale in arrivo?

“Il concerto tributo a Pino Daniele di ieri sera ha riportato all’attenzione nazionale la bellezza della lingua napoletana che, viste anche le polemiche sulle interpretazioni di alcuni degli ospiti, non deve essere persa, né contaminata da slang che nulla hanno a che fare con quella che resta una delle poche lingue parlate in Italia, al di là dell’italiano”. Lo ha detto il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli, componente della Commissione cultura, sottolineando che “proprio oggi, Maurizio De Giovanni ha lanciato un appello alle cinque Università esistenti in Campania affinché prendano in considerazione l’istituzione di una cattedra di Storia della lingua e della letteratura napoletana”.

“Sulla necessità di difendere il napoletano c’è un’ampia condivisione e c’è da augurarsi che questa condivisione si manifesti anche in Consiglio regionale dove, martedì prossimo, prenderà il via per l’approvazione di una legge che tuteli e promuovi la lingua napoletana che ho proposto dopo uno studio con studiosi ed esperti, tra cui Hermes Ferraro e Mariano Rigillo” ha aggiunto Borrelli per il quale “una legge regionale sarebbe un ottimo strumento per tenere viva una lingua che anche l’Unesco ha inserito tra quelle a rischio”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto