Politica

Universiadi, Cesaro (Fi): “Sprechi, ritardi e occasioni mancate”

NAPOLI. “In questa incredibile corsa contro il tempo scandita da evidenti sprechi di denaro pubblico nessuno, né il Commissario per le Universiadi 2019 né il governo regionale, hanno ritenuto di dover chiarire con trasparente precisione le ragioni per cui oggi, a due anni e mezzo dalla sottoscrizione dell’Accordo di programma quadro con la Fisu, la maggior parte degli impianti sportivi cade a pezzi e per oltre la metà degli interventi necessari, come ha svelato una recente inchiesta di Fanpage, non sono neppure pronti i bandi”.

Universiadi 2019, l’attacco di Cesaro

Così il Presidente del Gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania, Armando Cesaro, per il quale “mai come oggi si percepisce chiaramente la fotografia impietosa dell’incapacità di gestire eventi di portata internazionale e la superficialità di fondo di un governo e di un’Agenzia regionale che ci hanno perfino esposto al rischio di risarcimenti milionari come nel caso del Collana o delle gare per il noleggio delle navi e delle strutture alberghiere di supporto di cui non è dato sapere”.

IL VILLAGGIO DELLE UNIVERSIADI NELLA MOSTRA SI PUO’ FARE, L’OK FISU

“Naturalmente, condividiamo le parole del sub commissario Pagnozzi allorché parla di grande occasione da non perdere e auspichiamo che, per quanto possibile, tutto possa andare per il meglio ma – aggiunge Cesaro -, non possiamo non augurarci che rispetto a quello che le Universiadi avrebbero potuto rappresentare in termini di occasione mancate, quanti fino ad oggi hanno gongolato mentre noi denunciavamo, sapranno poi assumersi le proprie responsabilità politiche”. “E parliamo soprattutto di opportunità straordinarie – conclude il capogruppo regionale campano di Forza Italia –  come ad esempio quella inizialmente prevista della realizzazione di un Villaggio Olimpico, magari da realizzare sul litorale domitio o sui suoli ex Nato di Bagnoli, che avrebbe potuto contribuire a riqualificare un territorio tanto vasto quanto abbandonato a se stesso”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button