Cronaca

Whirlpool, De Luca: “Il governo blocchi i licenziamenti”

Il governatore della Campania incontra operai e sindacati dei metalmeccanici che invocavano un suo intervento

Il governatore della Regione Campania, Vincenzo De Luca, con l’assessore al Lavoro, Antonio Marchiello, ha incontrato oggi una delegazione dei lavoratori della Whirpool e le organizzazioni sindacali che da due giorni, come riporta “Il Corriere della Sera”, invocavano un intervento della Regione dopo che l’azienda Usa ha ribadito la volontà di chiudere il sito di via Argine a Napoli dal 1 luglio.

Whirlpool, De Luca chiede al Governo il blocco dei licenziamenti

“Si chiede al Governo di bloccare i licenziamenti minacciati dall’azienda per fine giugno. Se c’è un’azienda in Italia per la quale sarebbe intollerabile l’avvio di licenziamenti, questa è la Whirpool” ha sostenuto De Luca.

Prosegue De Luca

“Lo stabilimento di Napoli, ha proseguito De Luca, è l’elemento simbolo della volontà politica del Governo in relazione alla crisi sociale del Paese, ed è il caso simbolo che misura la volontà reale di tutte le forze politiche rispetto ai problemi del Mezzogiorno.

Far passare i licenziamenti oggi, vuol dire assumersi la responsabilità di una drammatizzazione sociale e di uno sviluppo di conflittualità che rischia di produrre esiti gravi. Avere respiro fino a ottobre significa poter ragionare con il Governo su un piano di reindustrializzazione serio anche con un impegno diretto se necessario, dello Stato”.

De Luca ha anche stigmatizzato “che gran parte delle crisi aziendali aperte sul piano nazionale riguardano stabilimenti campani e che non possono esserne aggiunte ulteriori alla già grave crisi sociale che registriamo nel nostro territorio” e per questo il Governo si deve impegnare a “bloccare i licenziamenti minacciati dall’azienda per fine giugno”.

Fonte: Corriere della Sera

Articoli correlati

Back to top button