Cronaca

Whirlpool: si aprono spiragli per salvare stabilimento e operai

Vertenza Whirlpool, qualcosa si inizia a muovere, piccoli passi lungo la strada che dovrebbe portare alla soluzione dello stabilimento di Napoli.

Whirlpool, piccoli passi in avanti per lo stabilimento

Uno spiraglio positivo che fa ben sperare, come ha confermato Vincenzo Accurso, uno dei lavoratori dello stabilimento napoletano e rappresentante sindacale. Accurso ha partecipato all’incontro avvenuto al Mise insieme ai vertici dell’azienda e ai rappresentanti sindacali:

Oggi abbiamo fatto un altro piccolo passo in avanti. Dall’azienda abbiamo ricevuto la disponibilità a tenere aperto e produttivo lo stabilimento di Napoli. Questa era un’ipotesi che nel tavolo dello scorso 12 giugno la Whirlpool non voleva neanche prendere in considerazione.

Nelle prossime settimane si terrà un nuovo incontro in cui analizzeremo i reali problemi del sito napoletano. Individueremo le possibili soluzioni, sia da parte dell’aziende che da parte del Governo, per scongiurare la chiusura.

Nello specifico i prossimi incontri si concentreranno sui problemi che hanno portato i vertici della Whirlpool ha decidere per la chiusura dello stabilimento di Napoli. L’azienda si è dimostrata disponibile a qualsiasi soluzione che possa mettere d’accordo tutte le parti ‘in gioco’.

Di Maio: “No a chiusura e disimpegno da Napoli”

L’incontro al Ministero dello Sviluppo economico ha quindi avuto un esito positivo, anche in assenza di un piano concreto, sembra scongiurato il peggiore degli epiloghi, come confermato anche dalle dichiarazioni rilasciate dal vicepremier e ministro del Lavoro Luigi Di Maio:

Nessuna chiusura, nessun disimpegno e la piena occupazione dei lavoratori coinvolti in questa vicenda: questi sono i capisaldi che abbiamo ottenuto e sui quali possiamo ricostruire. Oggi abbiamo avuto delle conferme importanti che fanno segnare uno step decisivo per la situazione del sito di Napoli.

Era fondamentale averle direttamente dalle figuri apicali della multinazionale con cui, da oggi in avanti, seguirà un dialogo – che coinvolga tutte le parti sociali – per garantire un futuro certo ai lavoratori.

Articoli correlati

Back to top button