Cronaca

“Zitta donna, non hai diritto di parlare”: lo sfogo di una vigilessa di Napoli

Napoli, essere una vigilessa donna nel quartiere Vasto non è un'impresa facile: lo sa bene Roberta Stella, agente della polizia municipale

Napoli, essere una vigilessa donna nel quartiere Vasto non è un’impresa facile: lo sa bene Roberta Stella, agente della polizia municipale e sindacalista del Csa. Come riporta Il Mattino, più volte è stata discriminata in quanto donna soprattutto dagli stranieri che hanno culture e concezioni differenti.

Napoli, lo sfogo di una vigilessa: “spintonata e strattonata”

“Sono persone che vengono da altre culture, ad esempio molti di loro non hanno alcun rispetto per le donne. A me è capitato più di una volta di essere affrontata faccia a faccia non darmi ordini, sei solo una donna. Mi hanno spintonata, strattonata, hanno cercato di strapparmi oggetti dalle mani, zitta donna, non hai diritto di parlare con un uomo. Io non mi tiro indietro, non ho mai consentito a nessuno di affrontarmi in quella maniera senza che ne pagasse le conseguenze, ma vi assicuro che essere vigile e donna in zone come il Vasto è difficile, estremamente difficile”, racconta la vigilessa.

Articoli correlati

Back to top button