Cronaca

Baby gang, la rabbia della mamma di Arturo: “Vicenda dimenticata”

NAPOLI. Maria Luisa Iavarone, madre di Arturo, il diciassettenne accoltellato a dicembre in via Foria da una branco di coetanei, ha denunciato una mancanza di attenzione verso un tema che, prima della chiusura della liste elettorali, era molto trattata da politici e candidati. La notizia è riportata da Il Mattino.

“Liste chiuse, tutto dimenticato”

“Fino a prima della chiusura delle candidature la politica sembrava avere grande interesse per le mie proposte, ora invece sembra nicchiare”, così la professoressa Maria Luisa Iavarone, intervenuta questa mattina all’istituto alberghiero Vittorio Veneto di Scampia.

Ancora una volta, la madre del diciassettenne ferito da una baby gang afferma l’importanza di lavorare con “con le istituzioni formative, le forze politiche e dell’ordine a rappresentare quello che va oltre un’ urgenza, ma è un’ emergenza reale che richiede domande fattive e progetti di sistema fatti con la scuola, la famiglia ma soprattutto con la politica”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button