Cronaca

Presunti rapporti con i clan, sequestro di beni per 4 milioni di euro

NAPOLI. Conti correnti e disponibilità finanziarie per quasi 4 milioni di euro sono stati sequestrati dalla guardia di finanza di Napoli alle due figlie dell’imprenditore Ciro Giordano, morto nel 2017, che per la magistratura antimafia avrebbe avuto legami d’affari con i Casalesi e i clan partenopei riuniti negli anni scorsi nella cosiddetta Alleanza di Secondigliano. Lo riporta il quotidiano Il Mattino.

I sequestri

I finanzieri hanno eseguito il provvedimento di prevenzione patrimoniale emesso dall’Ufficio misure di prevenzione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

Imprenditore attivo nel settore delle pellicce, Giordano, conosciuto come «Ciruzzo ‘a varchetella», è stato più volte indagato per i presunti rapporti con i clan, senza però mai essere condannato.

Articoli correlati

Back to top button