Cronaca

Clochard ammazzato a Bagnoli, c’è un’ipotesi shock: “Battesimo da killer”

Clochard ucciso a Bagnoli, ipotesi battesimo da killer. Il 56enne Davide Fogler è stato ucciso in via Ilioneo a Bagnoli

Ipotesi agghiacciante in merito alla vicenda del clochard ucciso Bagnoli. Un delitto consumatosi lo scorso 31 luglio, quando il 56enne Davide Fogler è stato ucciso in via Ilioneo a Bagnoli. Un delitto camuffato da incidente, un agguato che nessuno ha notato come riportato dall’edizione odierna del quotidiano Il Mattino.

Clochard ucciso a Bagnoli, ipotesi battesimo da killer

Davide Fogler è stato trovato morto, riverso a terra all’interno del locale che dà sulla strada, qualche ora dopo il raid. Inizialmente si è pensato ad un incidente, ma dopo un esame più approfondito si è scoperto che la realtà era diversa Davide Fogler è stato vittima di un omicidio. Vittima di un’esecuzione, per altro – secondo quanto sta emergendo – alla luce del sole o quasi.

Sono i pm Valentino Battiloro e Cristina Curatoli a condurre l’inchiesta: al lavoro gli uomini della squadra mobile del primo dirigente Alfredo Fabbrocini che da giorni scavano nella vita del 56enne, provando a trovare un movente valido. Tra le piste battute, quella del racket dei parcheggiatori abusivi, ma Fogler svolgeva questo tipo di impegno in maniera sporadica, senza particolare continuità.

Altra ipotesi è quella secondo cui l’uomo sarebbe stato ucciso al termine di una sorta di test della pistola. Non si esclude, infine, che l’agguato di Bagnoli sia stato motivato da una sorta di rappresaglia contro i clochard, i senza fissa dimora, quelli senza arte né parte. Ipotesi quest’ultima che prende forza anche alla luce di altri episodi di violenza gratuita esercitata nei confronti di clochard.

Articoli correlati

Back to top button