Cronaca

Condannato Carmine Sannino: travolse e uccise tre persone sulla Nola – Villa Literno

È stato condannato a 4 anni di reclusione Carmine Sannino, il 26enne di Sant’Antimo che travolse e uccise tre persone il 20 luglio del 2018 lungo la Nola – Villa Literno.

Uccise tre persone sulla Nola – Villa Literno: condannato Carmine Sannino

L’incidente si era verificato la sera del 20 luglio del 2018, lungo la variante 7bis Nola-Villa Literno. Le  vittime furono l’appuntato scelto Vincenzo Ottaviano, il vicebrigadiere Attilio Picoco e il vigilante Benigno De Gennaro.

La condanna

Dopo aver usufruito dei benefici che avevano inizialmente ridotto la pena ad un terzo, passando da 7 anni di reclusione a 2, Sannino è stato condannato dal Gup del Tribunale di Nola a quattro anni di reclusione, oltre al pagamento delle spese processuali e al risarcimento dei danni subiti a favore dei familiari, per omicidio stradale colposo. Il risarcimento alle famiglie verrà quantificato in un secondo momento, nell’ambito del processo in sede civile.

La vicenda

La sera del 20 luglio 2018 due carabinieri erano intervenuti per i rilievi di un incidente stradale, avvenuto tra una Opel Zafira e una Hyundai Atos, poco primo della rampa di immissione sull’asse mediano, nel territorio del comune di Acerra.

L’impatto violentissimo

Mentre erano impegnati nelle operazioni, la Golf guidata da Sannino era piombata a tutta velocità sul luogo dell’incidente, travolgendo i due carabinieri e l’auto a bordo della quale si trovava il vigilante.

Sannino chattava mentre guidava

Secondo le indagini, Sannino guidava a 150 km orari al momento dell’impatto e, stando all’esame del suo cellulare, stava chattando su Whatsapp mentre era alla guida.

 

Articoli correlati

Back to top button