Cronaca

Castellammare, cori e minacce al sindaco davanti ad un falò dell’Immacolata

Cori e minacce contro il sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino, davanti a un falò dell'Immacolata

Cori e minacce contro il sindaco di Castellammare di Stabia, Gaetano Cimmino, davanti a un falò dell’Immacolata: il video fa il giro del web. Sono stati intonati da un gruppo di persone davanti ad un falò appiccato nel centro storico.

Castellammare, cori e minacce al sindaco davanti ad un falò

Evento accaduto ieri e un video nel quale vengono riprese le persone che lanciano insulti al primo cittadino ha trovato rapida diffusione sui social network. Non è la prima volta che la tradizione dei “fucaracchi”, i falò appiccati in occasione dell’Immacolata a Castellammare di Stabia, trova la ribalta: nel 2018 fece scalpore l’esposizione di un manichino appeso a una catasta di legna con uno striscione con la scritta: “Così devono morire i pentiti, bruciati”.

Interviene il primo cittadino

Su quanto accaduto ieri interviene Cimmino: “Quegli insulti al sindaco, urlati come un coro davanti ad un falò illegale fanno male non tanto a me, quanto ancora una volta alla città intera. Non posso tollerare una città che si arrende all’illegalità, vedo occhi spenti che non riescono a vedere le potenzialità di questa terra.

Articoli correlati

Back to top button