Cronaca

Focolaio di Sant’Antonio Abate, il sindaco fa il punto dei contagi

Focolaio di Sant’Antonio Abate, le strutture chiuse al momento sono due: la Sonrisa e Villa Palmentiello. A entrambe l’Asl e il Comune hanno sollecitato l’invio della lista di persone che negli ultimi 15 giorni ha fatto accesso ai ristoranti o all’albergo.

Sant’Antonio Abate, il sindaco fa il punto sul focolaio

«Per ora le persone coinvolte sono tutti familiari del primo positivo, ad eccezione dei musicisti – spiega il sindaco di Sant’Antonio Abate Ilaria Abagnale, che ha deciso di chiudere, per precauzione e fino al 25, parchi, chiese, mercato e uffici pubblici – ci auguriamo è che il contagio non si estenda ai dipendenti della struttura».

Dei positivi già accertati e legati al focolaio della Sonrisa due provengono da Castellammare, una ragazza da Lettere (fino a ieri Covid-free anche durante la pandemia), altri sono residenti a Gragnano. In isolamento c’è una ragazza di Pimonte e un uomo a Sorrento.

«Monitoriamo quello che succede in via Croce e aspettiamo gli altri esiti – prosegue il sindaco – medici e infermieri stanno visitando i residenti della strada chiusa. Tamponi a tutti con l’ausilio delle Usca».

Articoli correlati

Back to top button

Individuato Adblock




Per visualizzare il sito
Disattiva AdBlock

L'Occhio Network è un giornale gratuito e per coprire le spese di gestione la pubblicità è l'unica fonte di sostegno.
Se vuoi che L'Occhio Network continui ad essere fruibile gratuitamente non bloccare le pubblicità.
Grazie di supporto