Economia

Formula E a Roma, ma la rivoluzione elettrica parte da… Napoli

NAPOLI. Grandi emozioni e pubblico delle grandi occasioni per un evento che segnerà la storia della mobilità elettrica in Italia, le telecamere di tutto il mondo sono puntate su Roma che ospite per la prima volta il circuito della Formula E.

La Formula E a Roma e la rivoluzione elettrica a Napoli

Nelle strade cittadine, nel cuore dell’Eur, si svolgerà la competizione più entusiasmante e innovativa del momento. Le monoposto elettriche gareggeranno silenziosamente, solo il fruscio delle gomme e dello spostamento d’aria caratterizza la competizione, il resto è capacità, bravura e dosaggio dell’energia a disposizione fino all’ultimo giro di pista. Le principali case automobilistiche del mondo sono entrate e stanno entrando in questo fantastico circuito che spesso, come accade per Roma, si svolge nelle aree cittadine. Proprio questa vicinanza al pubblico rende la competizione un simbolo del nuovo che avanza: la mobilità elettrica.

In Italia siamo ancora agli albori ma tutto il Nord Europa ormai insegna come l’auto elettrica si sia diffusa in ogni luogo facendo respirare le cittò. Per non parlare poi di Paese fuori dell’Europa come il Giappone dove la richiesta è tale per cui le colonnine di ricarica hanno superato in numero i distributori di carburante tradizionale.

“In Italia occorre il coraggio di infrastrutturare il territorio con diffusione dei sistemi di ricarica, occorre passare dai proclami alla concretezza delle installazioni” a dichiararlo è Roberto Minerdo, Presidente della società privata leader nella realizzazione di reti intelligenti di ricarica per veicoli elettrici.
“Il nostro Piano” prosegue Minerdo “prevede l’installazione di oltre 5000 colonnine entro il 2020, entro il 2018 copriremo il territorio con oltre 600 punti di servizio all’utente, anche grazie ad accordi strategici come con Aipark, l’Associazione nazionale dei parcheggi che, in maniera lungimirante, ci consente di essere presenti nei luoghi principe dello stazionamento dei veicoli. Anche il turismo risentirà dei benefici della diffusione della nostra rete che prevede di collegare luoghi di interesse culturale, paesaggistico, sportivo con tutte le strutture turistico ricettivo di eccellenza che potranno in tal modo considerai Eco Friendly e entrare nel nostro circuito.

La nostra è una rete intelligente che utilizza la migliore tecnologia attraverso un partner internazionale presente in tutto il mondo e che vanta una esperienza unica nella produzione delle infrastrutture di ricarica.”
Sarà dunque un bella sfida quella intrapresa da Power Station che ha il suo Head Quarter in Napoli e dove gestisce il suo “Emotion Lab” per i test e Los viluppo di nuove tecnologie applicabili alla mobilitò ma che è presente su tutto il territorio nazionale.
“Una sfida che è ormai partita  – chiosa il Presidente Minerdo – il futuro è già qui e noi concretamente siamo passati ai fatti, la nostra rete si sta espandendo con ritmi elevati e siamo felici che questo segnale provenga da Sud del nostro splendido Paese che sarà ancora più bello con i benefici che la mobilità elettrica può distribuire. La Formula E a Roma, sono certo, saprà dare il giusto stimolo per provare l’emozione della guida elettrica e per passare a questo nuovo stile di vita, noi pensiamo a come dare la carica.  Come dice il nostro slogan: Alla RIcarica!”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button