Giugliano, ancora casi di vermi a scuola, si chiede la disinfestazione ma…

vermi-bianchi

Ancora casi di vermi a scuola, si chiede la disinfestazione, ma... sembrerebbe che la preside rassicuri tutti sugli ultimi avvenimenti dei casi di ossiuri

GIUGLIANO. Ancora casi di vermi a scuola, si chiede la disinfestazione, ma… sembrerebbe che la preside rassicuri tutti sugli ultimi avvenimenti dei casi di ossiuri.

Giugliano, ancora casi di vermi a scuola, si chiede la disinfestazione

Ancora un altro caso di ossiuri, cioè i vermi dell’intestino. Il caso è stato accertato in una scuola di Giugliano e questa volta si tratta del Quinto Circolo a Casacelle in via Pigna. La preside dell’istituto però, Sabrina Zinno, ha scritto un comunicato alla classe e ai genitori al fine di informare e rassicurare tutti sull’avvenimento del virus intestinale che ha colpito la scuola.


vermi-bianchi


Il comunicato

«Si comunica che è stato segnalato un caso di ossiuriasi (vermi intestinali) nella classe di sua/o
figlia/o. Premesso che l’infezione colpisce soprattutto i bambini con particolare riferimento all’età scolare e pre-scolare, appare opportuno precisare che i soggetti infestati si ritrovano in tutte le classi socio-economiche e la presenza di ossiuri non indica condizioni igieniche scadenti da parte della famiglia.

Gli ossiuri si moltiplicano attraverso la produzione di uova e possono diffondersi anche su altri soggetti, per contatto diretto o indiretto, attraverso abiti, effetti personali, cibo o altri oggetti contaminati. Per cercare di contenere il fenomeno ed aiutare le famiglie (che restano le prime responsabili dell’igiene dei loro bambini), si prega di seguire le seguenti indicazioni:

  • Provvedere ad una accurata igiene come misura di prevenzione;
  • Rivolgersi al pediatra nel caso di avvenuto contagio;
  • Spiegare ai bambini cosa sono i vermi intestinali, le precauzioni da prendere per evitare di contagiarsi e le cose da fare se si dovesse essere contagiati.

Si precisa che nel caso di accertata infezione da parassitosi intestinale non è necessario l’allontanamento dell’alunno dalla scuola o dalla comunità durante il periodo di trattamento; è importante acquisire documentazione probatoria dell’avvenuto trattamento che può essere certificato dal medico o da una dichiarazione di uno dei genitori».

La richiesta dei genitori

I genitori hanno dichiarato che in totale i casi sono 6 e per questo motivo in molti hanno ritirato i bambini dalla scuola. «Abbiamo chiesto la disinfestazione della scuola, invece la dirigente dice che è inutile, ma che pulirà solo la scuola. Lunedì presenteremo un altro documento per chiedere una maggiore pulizia altrimenti non manderemo i nostri figli a scuola».

TAG